fbpx

Tabella infortuni sul lavoro

Tabella infortuni sul lavoro

Tabella infortuni sul lavoro

La tabella infortuni sul lavoro riporta al suo interno la misura dell’indennizzo prevista dall’INAIL a fronte di una determinata percentuale di danno biologico. Questa si divide in due sezioni. Una che comprende i danni biologici tra i 6 e i 15 punti percentuali. L’altra che comprende lo stesso ma tra i 16 e i 100 punti percentuali.

La tabella infortuni sul lavoro

La tabella infortuni sul lavoro si affianca a quella dei coefficienti e serve per calcolare ogni tipo di indennizzo in seguito ad un danno biologico. Il tipo di indennizzo viene stabilito in base al grado di menomazione e in particolare si divide in queste tre sessioni.

  • Inferiore al 6%, nessun indennizzo
  • dal 6% al 15% l’indennizzo del danno viene risarcito in capitale
  • dal 16% al 100% si ha il diritto ad una rendita diretta composta da un indennizzo del danno biologico in rendita e da un’ulteriore quota di rendita, per conseguenze patrimoniali

Indennizzo in capitale VS indennizzo in rendita

L’indennizzo in capitale altro non è che una prestazione economica non soggetta a tassazioni irpef e riconosciuta a tutti gli infortuni verificatisi dal 25 luglio 2000. Per queste ultime occorre accertare il grado di menomazione dell’integrità psicofisica compreso tra il 6 e il 15%. Questo tipo di prestazione è erogata in un’unica soluzione e in funzione dell’età, del genere e del grado di menomazione subito.

L’indennizzo in rendita è invece una prestazione economica non soggetta a tassazione irpef e riconosciuta per infortuni verificatosi dal 25 luglio 2000 in poi. In questo caso il grado di menomazione deve esser compreso tra il 16% e il 100%. Questo decorre dal giorno successivo alla guarigione clinica e viene stabilito in relazione al grado che include 400 voci e consente di valutare menomazioni precedentemente non considerate come ad esempio il danno estetico e altri similari.

Tabella dei coefficienti

Questa tabella è lo strumento per valutare l’ulteriore quota d’indennizzo in rendita relativa alle conseguenze patrimoniali presunte per i gradi di menomazione superiore al 16%. Questa si applica alla retribuzione effettivamente percepita dall’infortunato ed è commisurata all’incidenza della menomazione sulle capacità dell’infortunato di produrre reddito con il lavoro.