Risarcimento sinistri

Risarcimento sinistri | Q2scai-infortunistica.it

Risarcimento sinistri

Il risarcimento dei sinistri è un iter spesso non troppo facile e a volte pieno di ostacoli o cavilli a cui i legali, le assicurazioni o stessa la controparte può appellarsi. Ma vediamo insieme la procedura corretta per ottenerlo.

La procedura per il risarcimento per sinistri stradali

Esistono diversi tipi di sinistri stradali. Volendo riassumere il tutto in due macrocategorie possiamo definire i sinistri per danni alle cose e quelli che invece hanno portato danni alle persone. Nel primo caso il risarcimento per i sinistri stradali si ottiene effettuando la richiesta all’agenzia assicurativa. Nella richiesta occorrono riportare le indicazioni degli aventi diritto al risarcimento, del luogo, giorno e ora del sinistro nonché la descrizione dello stesso. Entro sessanta giorni l’agenzia assicurativa formula al danneggiato una congrua e motivata offerta per il risarcimento. Il termine di sessanta giorni viene invece ridotto a trenta se il modulo di denuncia viene sottoscritto dai conducenti coinvolti nel sinistro.  Per la denuncia del sinistro può essere utilizzato il modello della constatazione amichevole di incidente che abbrevia e semplifica tutta la procedura. Nel caso di sinistro, la parte danneggiata invia la richiesta alla compagnia assicurativa della controparte (contestualmente o successivamente alla denuncia del sinistro). Seguirà un’ispezione concordata del luogo e delle cose danneggiate. Se ciò non avviene la compagnia può’ liquidare il danno solo dietro presentazione di fatture relative alla riparazione dello stesso.

E per il risarcimento sinistri che prevede anche i danni alle persone?

In questo caso la richiesta deve riportare i dati completi delle persone vittime del danno e la descrizione dei fatti. Se le certificazioni non sono subito disponibili o complete è possibile inviarle in un secondo momento.  Se poi la guarigione non è immediata la pratica resterà aperta per un certo periodo di tempo durante il quale occorre inoltrare tutti i certificati. La pratica in questo caso può definirsi conclusa solo quando sarà stata ricevuta tutta la documentazione medica inerente la guarigione. L’iter burocratico segue le stesse procedure del risarcimento sinistri per danni alle cose.